Critica

Di me ha scritto Gianluigi Guarnieri:

Nei lavori di Monica Zambon la pelle cromatica si altera e si fa variegata e vibrante: la tessitura delle tinte da’ vita ad impasti pregevoli che danno nuova forza e nuova luce ai soggetti; anzi la fascinazione prodotta dal colore è talmente forte da farne quasi scordare la presenza per lasciare assaporare con piacere la partitura tonale con le sue declinazioni armoniche.